Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

venerdì 20 novembre 2015

Venerdì 20 Novembre

Dal Vangelo secondo Luca


In quel tempo, Gesù, entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano, dicendo loro: «Sta scritto: “La mia casa sarà casa di preghiera”. Voi invece ne avete fatto un covo di ladri».
Ogni giorno insegnava nel tempio. I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo morire e così anche i capi del popolo; ma non sapevano che cosa fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue labbra nell’ascoltarlo.



Quanto è potente la logica della compravendita nella nostra vita?
Gesù si scaglia proprio contro quello. hanno reso il Tempio un luogo per comprarsi la benevolenza di Dio, attraverso sacrifici di animali. Ma L'affetto, l'amore di Dio non è in vendita! non si può comprare! è un Amore vero, perciò è un dono. Il Tempio era ed è il luogo per eccellenza dove il Signore manifesta la sua misericordia, il suo amore e quindi il suo per-dono. 
Non c'è nulla di più in contrasto con questo che la logica del mercato,del do ut des.
é già triste vedere che nelle relazioni quotidiane con i fratelli agiamo con questa logica dell'acquisto; non è il caso che almeno con Dio deponiamo le "armi" e ci lasciamo amare?
Un abbraccio buon fine settimana!

Nessun commento:

Posta un commento