Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 20 gennaio 2016

Mercoledì 20 Gennaio

Dal Vangelo secondo Marco 3,1-6.

In quel tempo, Gesù entrò di nuovo nella sinagoga. C'era un uomo che aveva una mano inaridita,
e lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato per poi accusarlo.
Egli disse all'uomo che aveva la mano inaridita: «Mettiti nel mezzo!».
Poi domandò loro: «E' lecito in giorno di sabato fare il bene o il male, salvare una vita o toglierla?».
Ma essi tacevano. E guardandoli tutt'intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse a quell'uomo: «Stendi la mano!». La stese e la sua mano fu risanata.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire. 

 

 

E' lecito in giorno di sabato fare il bene o il male, salvare una vita o toglierla?
All'apparenza è una domanda profondamente scontata. Certo che è lecito fare del bene o salvare una vita!
Ma probabilmente a volte non lo è, gli stessi farisei non rispondono, forse sono titubanti, e questo provoca l'indignazione di Gesù.
Gesù si indigna per la durezza dei loro cuori.
Quante volte anche il nostro cuore è cosi duro, ed anteponiamo alle difficolta dei nostri fratelli i nostri fratelli, magari anche noi tentando di nasconderci dietro una "legge"?
Gesù si rattrista perchè sa che un cuore duro  tiene fuori di se anche  Lui, non è capace di accoglierlo; infatti i farisei raggiungono il culmine dell'incomprensione di Gesù e decidono di farlo morire.
Onestamente questo rischio lo corriamo ogni giorno anche noi!
Chiediamo al Signore di guarire il nostro cuore duro, di donarci occhi per vedere l'uomo ed il suo dolore prima della norma da rispettare.
Buona giornata!!

Nessun commento:

Posta un commento