Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 2 marzo 2016

Mercoledì 2 Marzo

Dal Vangelo secondo Matteo 5,17-19.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento.

In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto.

Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli. »   

 

 

 

A dare pieno compimento!
Cioè è venuto a mostrarmi la pienezza, il vero valore/significato della legge.
Spesso corriamo il rischio di prendere da Gesù solo quello che ci interessa ed il resto scartarlo. Oggi capita sempre più frequentemente di sentire: "sono cristiano ma non vado a messa", "sono cristiano ma gli extracomunitari non li voglio", "sono cristiano ma.....". 
Una fede "fai da te" insomma.
Eppure Gesù mi dice: "non passerà un iota o un segno senza che tutto sia compiuto".
Lui non vuole abolire la legge perchè è un dono del Padre agli uomini, segno della sua alleanza con loro.
La legge di Dio, non è il codice della strada, un insieme di norme da rispettare scrupolosamente.
Gesù vuole portarmi oltre! Vuole insegnarmi ad amare la Sua legge, questo è il pieno compimento di cui parla.
Io sono portato a vedere la legge come una catena, un limite. Non è così riguardo alla legge di Dio, essa è l'esatto opposto, è liberazione (non a caso anche le tavole della legge sono state donate dopo la liberazione dall'Egitto). 
Io voglio rispettare la legge, perchè essa mi insegna ad amare, proprio perchè è un dono d'amore. San Paolo stesso poi dirà in una sua lettera "pieno compimento della legge è l'amore" (Rm 13,10)
E l'amore quello vero, non è mai una catena, ma una liberazione.

Buona giornata.

Nessun commento:

Posta un commento