Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

lunedì 25 aprile 2016

Lunedì 25 Aprile San Marco

Dal Vangelo secondo Marco 16,15-20

In quel tempo, apparendo agli Undici, Gesù disse loro: “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti, e se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno”.
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio.
Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l’accompagnavano.

 

 

Ci sono tantissimi "segni" che rivelano la presenza, la Parola del Signore.
Nel Vangelo di oggi ce ne sono alcuni che sembrano proprio strani, lontani da noi, quasi qualcosa di magico.
Forse potremmo interpretarli in maniera più vicina a noi.
I demoni che si scacciano forse sono quelli dentro di noi, quei movimenti che ci portano l'uno contro l'altro ci dividono.
Le lingue nuove parlate forse è una lingua sola che tutti conosciamo, ma mai usiamo, il linguaggio dell'amore.
I serperti ed il loro veleno, forse sono le invidie, le cattiverie dette che se prese in mano vengono disarmate.
Le mani imposte ai malati e la loro guarigione forse è l'effetto dell'amore tra noi, che guarisce tutte queste malattie.
Il signore ci parla anche oggi, con molti segni, anche semplicissimi!
Io ho avuto il dono di sperimentarlo ancora una volta, il questi giorni ad Assisi.
Cerchi risposte e quando meno te lo aspetti, da persone che magari nemmeno conosci, ottieni la Parola del Signore, detta per te, la Parola di cui hai bisogno, che ti fa bene!
La Parola che ti libera, per davvero!!!

Buona settimana e buon 25 Aprile!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento