Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

martedì 3 maggio 2016

Martedì 3 Maggio Santi Filippo e Giacomo apostoli

Dal Vangelo secondo Giovanni 14,6-14.  

In quel tempo, Gesù disse a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».

Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta».

Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre?

Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere.

Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse.

In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre».

Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio.

Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.» 

 

 


Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto?
Eh si il pericolo è di stare da tanto con Lui, ma non conoscerlo per davvero!
E' molto più facile farmi un'immagine di Lui tutta mia e metterci dentro tutto quello che interessa a me, o che io credo.
Se questo rischio l'hanno corso gli apostoli, io di certo non ne sono esente.
L'unico vero "modo" per conoscere il Padre, è passare attraverso Gesù. Non c'è altra strada!
Eppure spesso mi perdo in ragionamenti, teorie ed altre realtà che possono anche essere utili, ma non sono la Via. Oggi Gesù l'ha detto chiaramente "io sono la Via".
Ed allora l'unico modo che ho per giungere al Padre, è percorrere questa via; cioè vivere come Cristo.
Non è certo semplice, ma questa è la scelta del cristiano. 
Devo fare come Gesù e spogliarmi di tutte le paure, che mi tengono sulla difensiva nei confronti di tutto e tutti. Gesù non temeva niente e nessuno, non si preoccupava di toccare donne, o samaritani, o lebbrosi, o indemoniati.
Lui è la via!
Io chi sono per cambiare direzione o farla cambiare agli altri?

Buona giornata!!


Nessun commento:

Posta un commento