Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 11 maggio 2016

Mercoledì 11 Maggio

Dal Vangelo secondo Giovanni 17,11b-19

In quel tempo, Gesù, alzati gli occhi al cielo, così pregò: “Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi.

Quand’ero con loro, io conservavo nel tuo nome coloro che mi hai dato e li ho custoditi; nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si adempisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico queste cose mentre sono ancora nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato a loro la tua parola e il mondo li ha odiati perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.

Non chiedo che tu li tolga dal mondo, ma che li custodisca dal maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.

Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu mi hai mandato nel mondo, anch’io li ho mandati nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità”.

 

 

 

 

"Perchè siano una cosa sola, come noi"
Che bella quest'affermazione di Gesù, è di una potenza enorme!
Ci affida al Padre, chiedendogli di custodirci, ma con questa indicazione precisa: fa che siano una cosa sola. E con un modello: la Trinità.
Quante ne avremmo bisogno d essere una cosa sola!!!
Spesso mi rendo conto che invece rischio di essere un'isola, penso solo a me stesso, o al massimo mi impegno per gli altri ma dopo che sono "apposto" io!
E' un po' uno dei mali di oggi: quello di fare le cose "solo per".
Solo per se stessi.
Solo per i propri cari
Solo per quelli del mio gruppo.
Solo per ....
E' l'esatto opposto del Vangelo. E' l'opposto di quello che faceva Gesù. Lui era: "anche per".
Anche per i lebbrosi
Anche per i samaritani
Anche per i pagani.
Gesù chiede al Padre che siamo una cosa sola come la Trinità.
Proprio nella relazione d'amore tra Padre, Figlio e Spirito, si vede questa proiezione ad extra. Dalla loro comunione d'amore nasce il voler coinvolgere l'uomo tanto da renderlo partecipe dell'amore trinitario. "Anche per" l'uomo.
Che bello!
Ti chiedo Signore il dono di non essere mai "solo per" ma come te "anche per".
Anche per tutti, nessuno escluso.

Buona giornata !!!!! 

Nessun commento:

Posta un commento