Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

lunedì 13 giugno 2016

Lunedì 13 Giugno Sant'Antonio di Padova

Dal Vangelo secondo Matteo 5,38-42

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. Da’ a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle”.

 

 

 

Sono particolarmente contento oggi perchè il Signore con questa sua Parola mi ha colpito nel vivo!
Io mi definisco per la pace e la nonviolenza, parlo spesso di queste cose, ma quanto realmente le vivo?
Si certo, non uso violenza fisica nei confronti di nessuno, ma quanto non rispondo "occhio per occhio" quando qualcuno mi ferisce o fa qualcosa contro di me?
Perchè si possono compiere atti di violenza non fisici, ma attraverso le parole, uno sguardo, un gesto fatto o non fatto!
E qui mi vergogno profondamente, perchè parlare di pace è bello, però a volte non so perdonare davvero il fratello (o peggio il confratello) che mi ferisce, a volte rispondo, e do vita a quella spirale di male che il Signore con la Parola di oggi  vuole stroncare!
Già la legge del taglione era un passo avanti per quel tempo, perchè poneva un limite alla vendetta: pareggiava i conti. 
Ma Gesù va oltre, chiede la follia di saper perdere!
"Non farti vincere dal male, ma vinci con il bene il male" diceva San Paolo, il male subito si vince con il bene. 
E può portare anche chi fa il male a cambiare!

Buona settimana!!!!


Oggi vi chiedo anche una preghiera per le 50 vittime e i molti feriti della strage di ieri in America. Vittime di un'odio immotivato! 

Nessun commento:

Posta un commento