Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 27 luglio 2016

Mercoledì 27 Luglio

Dal Vangelo secondo Matteo 13,44-46.

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, e vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Il regno dei cieli è simile a un mercante che va in cerca di perle preziose;
trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra». 

 


Poche parole ma che dicono molto.
Se trovo qualcosa di veramente importante per la mia vita, non ho paura a vendere tutto per ottenerla.
E' quello che ci dice Gesù.
Se divento consapevole che il Suo Regno è la cosa più importante per me, faccio di tutto per ottenerlo, "vendo tutti i miei averi" senza preoccupazione e poi lo accolgo.
Mi colpisce vedere lo stato d'animo dopo aver venduto tutto: "pieno di gioia".
Istintivamente mi verrebbe da pensare alla tristezza, come il giovane ricco, che all'offerta di Gesù (dai tutto quello che hai ai poveri e poi vieni e seguimi), se ne va rattristato. 
Ma se comprendo che quello che acquisto, dopo questa mia vendita, è molto più grande non posso farlo se non con gioia.
E poi Gesù mi chiede consapevolezza, non dice "lascia tutti i suoi averi" ma "vende tutti i suoi averi". E' ben diverso, lasciare forse è più semplice, abbandono tutto cercando di non voltarmi indietro per non rattristarmi. Ma "vendere" mi chiede di portare io stesso i miei averi al mercato.
Allora mi domando, sono convinto che la cosa più importante per me è il Regno dei cieli? Sono pronto a vendere tutto con gioia per accoglierlo?
Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento