Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

sabato 2 luglio 2016

Sabato 2 Luglio

Dal Vangelo secondo Matteo 9,14-17

In quel tempo, si accostarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: “Perché, mentre noi e i farisei digiuniamo, i tuoi discepoli non digiunano?”
E Gesù disse loro: “Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto mentre lo sposo è con loro? Verranno però i giorni quando lo sposo sarà loro tolto e allora digiuneranno.
Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo squarcia il vestito e si fa uno strappo peggiore. Né si mette vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si rompono gli otri e il vino si versa e gli otri van perduti. Ma si mette vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano”.




Un banchetto, specie se di nozze, è un segno per eccellenza della gioia e della festa.
Se poi lo sposo è Gesù, la gioia è troppo grande, non può essere interrotta da digiuni!
Mi viene inevitabile pensare a ieri sera.
Con gli amici del presidio Lea Garofalo di Libera abbiamo "banchettato" assieme qui in convento, come saluto pre-estivo.
Una cosa semplice, chissà quante volte ci capita nelle nostre case, con amici e parenti!
Ma non mi rendo mai conto immediatamente che Cristo era li con noi!
Anche ieri sera! 
Si l'ho pensato, ma non ho gioito ancor di più in cuor mio, per la presenza del Signore, in quel nostro "banchetto".
Poi stamane questo brano di Vangelo, mi ha fatto aprire gli occhi, e rivedendo la serata ho rivisto la sua presenza in tutte le risate, nei gesti profondi, negli sguardi!
Ed allora posso digiunare?
Si, ma non in quel momento, perchè quello è un tempo di gioia e va goduto, con la presenza del Signore e dei fratelli di fianco!

Buon fine settimana!

Nessun commento:

Posta un commento