Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

venerdì 15 luglio 2016

Venerdì 15 Luglio San Bonaventura

Dal vangelo secondo Matteo 5,13-19

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null'altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli.
Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli» .

 


"Risplenda la vostra luce davanti agli uomini"
La domanda oggi mi sorge spontanea, ma la mia luce risplende? I miei fratelli vedendomi, riescono a riconoscere la luce di Cristo in me?
"perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli."
L'obbiettivo non è mostrare la luce per rendersi "belli" agli occhi dei fratelli, ma perchè essi possano avere un motivo in più per rendere gloria al Padre, perchè possano riconoscere le sue meraviglie negli uomini e quindi ricercarle anche in loro stessi.
Io invece sono più propenso alla ricerca di un'affermazione personale, e questo mi porta totalmente fuori strada.
Affermare me stesso rischia di oscurare l'opera del Signore nella mia vita, non permette ai fratelli di rendere gloria e quindi il danno oltre che a me stesso, lo faccio agli altri.
Non sono le parole o i nostri gesti a salvare il mondo, ma l'opera che il Signore compie attraverso di noi, se lo lasciamo agire e non gli mettiamo limiti.

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento