Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 11 agosto 2016

Giovedì 11 Agosto S. Chiara d'Assisi

 Dal vangelo secondo Giovanni 15,4-10

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso, se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me, viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano.
Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli.
Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti dei Padre mio e rimango nel suo amore ».

 


 "Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi."
Credo proprio che Chiara abbia percepito questo in pienezza, e proprio da questo suo sentirsi così amata, nasce il suo desiderio di dono totale al Signore.
Oggi per tutti noi francescani è un giorno di festa (non solo per le Clarisse).
Chiara per me è una figura fondamentale, sono profondamente convinto che non la si può "staccare" da Francesco perchè uno senza l'altro sarebbero come "mutilati" e la loro storia non sarebbe mai stata la stessa.
Chiara è il desiderio totale, esagerato, di dono a Dio. Desiderio che nasce proprio dal suo sentirsi amata in un modo esagerato da questo Padre, che si fa uomo ed offre se stesso sulla croce, per la Salvezza.
Chiara cerca con tanta forza di donarsi, da scardinare tantissime regole ed appianare mille difficoltà!
E' la prima donna a scrivere una regola per donne, e riuscirà ad ottenere dal papa un privilegio, quello della povertà, che sembrava non le dovesse essere concesso.
Solo il suo "rimanere nel Suo amore" rende possibile tutto questo.
L'amore cambia. Cambia se stessi, cambia chi ci sta intorno, cambia persino la storia.
Devo imparare a lasciarmi cambiare dall'amore!! 

Buona giornata!!!! 

 


Nessun commento:

Posta un commento