Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 8 settembre 2016

Giovedì 8 Settembre Natività della Beata Vergine Maria

Dal Vangelo secondo Matteo 1,1-16.18-23.

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli,
Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram,
Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn,
Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse,
Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa,
Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf,
Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia,
Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia,
Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia,
Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle,
Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor,
Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd,
Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe,
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo.
Ecco come avvenne la nascita di Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo.
Giuseppe suo sposo, che era giusto e non voleva ripudiarla, decise di licenziarla in segreto.
Mentre però stava pensando a queste cose, ecco che gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo.
Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
"Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele", che significa Dio-con-noi. 

 

 

L'impressione iniziale leggendo questo brano è: oggi è difficile riconoscere dove questa Parola parla a me.
La genealogia iniziale può essere percepita come un elenco sterile che ha poco a che fare con la mia vita.
Confesso che per me non è così, anzi,  questo è uno brani che riprendo più spesso. Perchè?
Leggere la genealogia di Gesù mi da pace, e serenità, mi riporta a terra all'umanità.
Credo che Dio voglia dirmi proprio questo: non ha paura a prendere su di Sè la mia storia, con le sue bellezze e ele sue brutture.
Questa genealogia non riguarda solo la storia di Gesù, ma anche la mia!
Se guardo bene in quell'elenco c'è un passato glorioso (Abramo, Isacco, Giacobbe.....), ma c'è anche un passato di cui non andare fieri (la storia di Tamar, o Salomone figlio di un adulterio), insomma c'è molta umanità.
Dio non è venuto nel mondo passando attraverso una storia preconfezionata, tutta d'oro, ma passando attraverso l'umanità di tutti gli uomini. Anche la mia.
Quindi accoglie anche la mia storia con le sue gioie e i suoi dolori, con le cose belle e quelle meno belle, cura le ferite e gioisce per le mie bellezze.
Ma come mai? 
Lo dice l'angelo a Giuseppe: 
-Primo "Non temere" non avere paura Maichol di quello che hai vissuto, della tua storia.
-Secondo "Emmanuele Dio con noi" c'è già nel nome il suo desiderio più grande, non essere un Dio fuori dalla storia, ma un Dio con noi, in mezzo a noi.
- Terzo "egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati" è la sua missione, il motivo per cui si fa Dio con me.

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento