Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 6 ottobre 2016

Giovedì 6 Ottobre

Dal Vangelo secondo Luca 11,5-13.  

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se uno di voi ha un amico e va da lui a mezzanotte a dirgli: Amico, prestami tre pani,
perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da mettergli davanti;
e se quegli dall'interno gli risponde: Non m'importunare, la porta è gia chiusa e i miei bambini sono a letto con me, non posso alzarmi per darteli;
vi dico che, se anche non si alzerà a darglieli per amicizia, si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono almeno per la sua insistenza.
Ebbene io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.
Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto.
Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe?
O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione?
Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!». 

 


"Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto."
In questa affermazione di Gesù non ci sono ne "se", ne "ma".
Non dice: "vi sarà dato se...", o "vi sarà aperto ma....".Gesù non mette vincoli, restrizioni, condizioni particolari di ammissione. Lui quella porta vuole aprirla per tutti!
Semmai sono io che faccio l'opposto!
So dare a chi mi chiede? Mi faccio trovare da chi mi cerca? So aprire a chi bussa alla mia porta?
Purtroppo molte volte quella porta è murata o chiusa a chiave con 4 o 5 mandate.
Aprire a chi bussa alla mia porta è pericoloso, perchè mi chiama in gioco, mi chiede di espormi, di dare tutto me stesso.
Non parla solo della porta di casa, ma anche di quella più profonda la porta del cuore.
Certo non posso fare questo da solo, prima devo essere io a chiedere, a cercare, a bussare.
Ma per ottenere cosa? Lo Spirito Santo. Solo con il Suo aiuto poi anche io sapro fare lo stesso con i fratelli.
Se non voglio aprire quella porta, se non do a chi mi chiede, se non mi faccio trovare da chi mi cerca, un giorno il Signore mi dirà: "Che peccato, io ero proprio dietro quella porta e aspettavo che tu aprissi!"

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento