Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

martedì 22 novembre 2016

Martedì 22 Novembre

Dal Vangelo secondo Luca 21,5-11.

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio e delle belle pietre e dei doni votivi che lo adornavano, Gesù disse:
«Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non venga distrutta».
Gli domandarono: «Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?».
Rispose: «Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli.
Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine».
Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno,
e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo». 

 

 

Secondo me Gesù non ha risposto alla domanda che gli viene posta.
Anzi sposta l'attenzione su un'altra cosa: 
Guardate di non lasciarvi ingannare.
E quest'invito è validissmo anche oggi, forse ancor di più!
Quanti si spacciano per santoni, o nuovi profeti, o dicono di avere visioni  e parlare in nome di Dio?
Ed anche io quante volte rischio di essere un "falso profeta", di  portare qualcosa che credo io, delle mie idee, ma che non sono quelle di Dio.
Gesù mi chiede di essere intelligente, di stare attento e discernere quale è davvero la sua voce e quale no.
Altrimenti rischiamo di cadere in assurde credulonerie, che ci aggiungono ansie su ansie,paure su paure; e ci fanno vivere terrorizzati da qualcosa che non esiste nemmeno, ma è solo la proiezione di alcune nostre fantasie.
Questo non è certo il Signore!
Oggi mi chiede  la serenità, la capacità dell'affidamento anche nelle situazioni più difficili.
Affidamento che non è un "lasciar correre" ma spendere bene le mie energie sapendo "a chi ho donato la mia fiducia"

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento