Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 19 gennaio 2017

Giovedì 19 Gennaio

Dal Vangelo secondo Marco 3,7-12


In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui.

Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo.

Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.

 

 

E' la domanda che accompagna tutto il Vangelo di Marco: "Chi è Gesù?"
Perchè le folle sembrano capirlo, vanno tutti da Lui, ma poi al momento giusto fanno sempre un passo indietro.
Lo stesso vale per i discepoli, vivono con Lui per 24 ore al giorno, eppure anche loro non capiscono; basti pensare che dopo la crocefissione tornano tutti alle loro vecchie occupazioni.
Gli unici che dicono chiaramente chi è Gesù,sono gli spiriti impuri che apertamente gridano: 
«Tu sei il Figlio di Dio!»
 Ed io, oggi, conosco Gesù? So chi è?
Perchè la domanda del Vangelo di Marco valeva 2000 anni fa, ma anche oggi, e sarà lo stesso per il futuro.
Qui sta il centro della nostra fede, in Gesù Cristo e sapere chi Egli sia è fondamentale.
Solo se capisco chi è Gesù, e chi è per me, posso conoscere chi sono io, e chi è il fratello che mi sta accanto. 
Le persone non si conosco studiando i libri o con le grandi definizioni, si conoscono solo vivendole!
E' ora di iniziare a vivere la relazione con Gesù!

Buona giornata!

 

Nessun commento:

Posta un commento