Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

martedì 3 gennaio 2017

Martedì 3 Gennaio


Dal Vangelo secondo Giovanni  1,29-34

In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».





Forse dico una stupidaggine "biblica", ma meditando su questo brano stamattina, mi è venuto da pensare che l'unico personaggio biblico che subito riconosce Gesù è il Battista (ovviamente esclusi  Maria e Giuseppe che avevano ricevuto un messaggio dall'alto).
"Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!"
Gli altri, a cominciare dagli apostoli, non riescono subito a fare questo passo. Ci arriveranno solo dopo la resurrezione.
Certo anche il Battista dopo il suo arresto ha dei dubbi, manda dei messaggeri da Gesù per capire se è davvero Lui il Cristo; ma questo dubbio riguarda un Messia diverso da come il popolo d'Israele se lo aspettava.
Ma qui è chiaro, vede Gesù per la prima volta e subito dice che è qui per salvare il mondo.
Mi fa riflettere su come vedo io Gesù.
Lasciamo perdere il primo incontro da ragazzino, in cui lo vedevo come uno dei tanti obblighi da assolvere, o come il giudice che vede quello che faccio e poi mi castiga se sbaglio.
Ma ora? Come vedo Gesù nella mia vita? Qual'è la prima parola che mi viene in mente pensando a Lui?
Ogni tanto è utile farsi queste domande perchè l'abitudine rischia di farmele considerare banali, ma non lo sono per niente!
Come vedo Gesù influenza il mio modo di vedere me stesso ed anche i fratelli che incontro nella vita!



Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento