Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 25 gennaio 2017

Mercoledì 25 Gennaio Conversione di San Paolo

Dal Vangelo secondo Marco 16,15-18


In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro:

«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato.

Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».

 

 

 

"In tutto il mondo", "Ad ogni creatura"!
Quanto adoro l'universalità di Gesù!
Nessuno è escluso, neppure uno.
Nemmeno Saulo, acerrimo nemico, persecutore, omicida. Neppure lui viene "tagliato fuori", anzi, Gesù gli si fa incontro, si manifesta a lui come a pochi altri.
No, Gesù non eslcude proprio nessuno, arriva negli angoli più lontani del mondo, va incontro ad ogni creatura!
Nemmeno io sono escluso, nonostante tutti i miei sbagli, le mie durezze, le mie cattiverie.
Eppure a volte io invece sono maestro di esclusione. Chi non mi va a genio, chi non la pensa come me, chi mi fa un torto....
Quante persone ho allontanato dalla mia vita, quante ferite ho provocato.
Forse proprio per questo Gesù si fa incontro per mostrarmi la via giusta, per accogliere questi miei errori e trasformarli, proprio come con Saulo diventato Paolo.
Oggi, in una società dove regna l'esclusione, dove ognuno fa per sè, dove l'altro è un nemico, dove c'è sempre un "noi" e un "loro"; Gesù mi da una bella botta e mi dice chiaramente: "Nessuno è escluso da me, nessuno è straniero per me, tutti sono miei fratelli. Figli di Dio!"

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento