Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

venerdì 24 febbraio 2017

Venerdì 24 Febbraio

Dal Vangelo secondo Marco 10,1-12

In quel tempo, Gesù, partito da Cafàrnao, venne nella regione della Giudea e al di là del fiume Giordano. La folla accorse di nuovo a lui e di nuovo egli insegnava loro, come era solito fare.

Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».

Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».

A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio»

 

 

Ciò che colpisce (ma neanche troppo) osservando bene, sono questi farisei che in realtà sono totalmente disinteressati dalla norma!
Sembra che vogliano fare un tranello a Gesù, provocarlo a parlare contro la legge, ma quelli che non la accolgono sono proprio loro.
Infatti Gesù domanda: " Cosa vi ha ordinato Mosè?" 
I farisei rispondono: "Mosè ha permesso ...."
In pratica cercano un cavillo per mantenere in piedi una loro idea, per legittimare il proprio interesse personale.
Altro che rispetto della norma!
Quante volte capita anche oggi, di vedere presunti "ortodossi", difensori della fede, ma in realtà difendono solo se stessi e le proprie convinzioni personali.
E quante volte purtroppo anche io agisco così! Mi creo quasi un Dio fai da te, prendendo quello che mi piace ed escludendo quello che mi scomoda!
Fare la propria volontà e coltivare i propri interessi è semplicissimo; dirsi cristiani è facile, esserlo veramente molto meno, richiede fatica!

Buona giornata

Nessun commento:

Posta un commento