Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 23 marzo 2017

Giovedì 23 Marzo

Dal Vangelo secondo Luca 11,14-23

In quel tempo, Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e le folle furono prese da stupore. Ma alcuni dissero: «È per mezzo di Beelzebùl, capo dei demòni, che egli scaccia i demòni». Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo.

Egli, conoscendo le loro intenzioni, disse: «Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull'altra. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl. Ma se io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl, i vostri figli per mezzo di chi li scacciano? Per questo saranno loro i vostri giudici. Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.

Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, ciò che possiede è al sicuro. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via le armi nelle quali confidava e ne spartisce il bottino.

Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde».

 

 

 

Ah come è facile manipolare la realtà per i propri interessi!
Quante volte mi capita di voler le cose come dico io e per questo le snaturo.
E' quello che fanno i farisei con Gesù oggi. Siccome dà fastidio notare che un opera buona non passa attraverso di loro, e non ne hanno il controllo, dicono il contrario di quello che è: "viene dal male, da Satana".
E' qualcosa di illogico, non serve un genio per comprendere che il loro ragionamento è folle, ma è l'inevitabile autodifesa che mettono in atto per difendersi.
Sembra qualcosa di lontano da me? Tutt'altro! Quante volte capita di comportarmi allo stesso modo verso qualche fratello? Purtroppo troppo spesso.
E così se qualcuno al mio fianco fa qualcosa di buono e bello, ma a me non piace, inizio ad inventarmi tutte le scuse possibili per trasformare una cosa positiva in negativa.
Sono capace di riconoscere il buono? Di godere e gioire per esso?
Devo ripartire da questo, dal rendere grazie per il bene da qualsiasi fonte nasca, anche quella che mi infastidisce o mi mette in discussione. 
Perchè se sono cristiano, devo essere certo che il bene ha sempre un origine: il Padre.

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento