Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 8 marzo 2017

Mercoledì 8 Marzo

Dal Vangelo secondo Luca 11,29-32

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire:  

«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione.  

Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.

Nel giorno del  giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

 

 

Non c'è niente da fare vogliamo sempre un segno.
Il sensazionale, il miracolo, l'evento straordinario ci colpiscono molto di più dei semplici doni quotidiani.
Uno dei miei limiti più grossi è quello di essere estremamente istintivo, legato alle emozioni e quindi agisco di pancia.
Spesso mi rendo conto che anche io desidero segni cose enormi dal Signore, affinchè la mia fede possa crescere. Ma se mi fermo un attimo mi rendo conto che questa è un illusione enorme, il segno grandioso rischio di essere un bel flash che dura qualche tempo ma poi scompare.
Allenandomi invece a vedere le piccole bellezze quotidiane che il Padre compie nella mia vita, mi dona occhi più attenti ed un cuore più grande!
Come sarebbe bello riuscire a dire centinaia di grazie al Signore, ogni giorno, per tutti i suoi doni.
"Grazie Signore per quel fratello, con cui ho discusso ma che stamattina mi ha sorriso".
"Grazie Signore per questo cielo limpido"
"Grazie Signore per il canto degli uccelli qui fuori dalla mia finestra, che mi rallegrano la giornata" 
"Grazie Signore per queste belle parole che ho letto in un libro o ho ascoltato da qualcuno"
Grazie, grazie, Grazie.....
Quante occasioni abbiamo durante la giornata per dire questa parola? Tantissime questo indica che il Padre compie tantissimi segni nella mia vita!
Ed allora che segno voglio chiedere ancora?

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento