Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

giovedì 4 maggio 2017

Giovedì 4 Maggio

Dal Vangelo secondo Giovanni 6,44-51

In quel tempo, disse Gesù alla folla:
«Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.
Sta scritto nei profeti: "E tutti saranno istruiti da Dio". Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

 

 

" Io sono il pane della vita.", " Io sono il pane vivo".
Mi piace questo richiamo alla vita!
Purtroppo abbiamo reso questo Pane, l'Eucarestia quasi qualcosa di sterile, di lontano da noi.
Siamo onesti, nella mentalità corrente abbiamo l'idea che l'Eucarestia sia qualcosa di antico, di ormai superato, soprattutto per i giovani.
Quante volte mi capita di parlare con qualche ragazzo (ma anche adulti) che mi dicono: "A che serve andare a Messa, posso pregare il Signore anche a casa mia!", mettendo così sullo stesso piano la preghiera e l'Eucarestia.
Molti dicono che sono bacchettone su questo ma secondo me partecipare all'Eucarestia è tutt'altro, fa la differenza, per me è il culmine della Relazione.
Infatti rispondo sempre dicendo che è come in una relazione, se ami una persona desideri incontrarla, e vuoi farlo di persona con tutto il corpo.
Ricordo che anni fa quand'ero fidanzato, passavo tutto il giorno aspettando la sera perchè non vedevo l'ora di torna e di trovarmi con la mia ragazza, vivevo la mia giornata orientato a quell'incontro.
Se ci si ama, ci si incontra, non può esistere un amore dove non ci si vede mai.
E quest'incontro ha bisogno di carne, di contatto, una carezza, un abbraccio.
Questo è per me l'Eucarestia, è quest'incontro con chi amo, è il nostro abbraccio, e il mio ricevere un suo bacio.
Per questo non  capirò mai nemmeno quei cristiani che pregano 200 rosari al giorno o "dicono tutte le preghiere" (non che sia una brutta cosa, Gesù mica si offende) ma poi non partecipano all'Eucarestia. 
E' questa che mi trasforma davvero in cristiano, perchè nella relazione d'amore con Lui, imparo ad amare e come dice S. Giovanni della Croce: " alla fine della vita saremo giudicati sull'amore"

Buona giornata!!!

Nessun commento:

Posta un commento