Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

martedì 16 maggio 2017

Martedì 16 Maggio

Dal Vangelo secondo Giovanni 14,27-31a

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi.

Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: "Vado e tornerò da voi". Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l'ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate.

Non parlerò più a lungo con voi, perché viene il prìncipe del mondo; contro di me non può nulla, ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre, e come il Padre mi ha comandato, così io agisco».

 

Gesù mi lascia la sua Pace, che non corrisponde alla nostra, ne a quella che il mondo mi propone oggi.
Spesso sono troppo superficiale e penso alla pace solo in senso "passivo": pace è non fare la guerra.
Gesù, come sempre, punta molto più in alto: per Lui la pace è attiva, è un atto d'amore, e non un amore qualunque ma quell'amore con cui Lui ama il Padre.
La pace di Cristo mi chiede di fare lo stesso verso i miei fratelli, non solo quelli con cui vado d'accordo e mi amano, ma anche verso i miei nemici!
Qui sta la grandezza della Sua Pace, non più un semplice atto di sopravvivenza ma una scelta di vita, che sembra folle ma dona libertà e gioia.
Lo so, a me sembra qualcosa di impossibile e bello solo a parole, ma per fortuna ci sono i bambini che nella loro semplicità spesso mi mostrano che tutto ciò che credo irrealizzabile è invece possibile. Basta crederci ed affidarsi al Padre.

Buona giornata!

Nessun commento:

Posta un commento