Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

martedì 30 maggio 2017

Martedì 30 Maggio

Dal Vangelo secondo Giovanni 17,1-11

In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi al cielo, disse:

«Padre, è venuta l'ora: glorifica il Figlio tuo perché il Figlio glorifichi te. Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.

Questa è la vita eterna: che conoscano te, l'unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l'opera che mi hai dato da fare. E ora, Padre, glorificami davanti a te con quella gloria che io avevo presso di te prima che il mondo fosse.

Ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola. Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.

Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi. Tutte le cose mie sono tue, e le tue sono mie, e io sono glorificato in loro. Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te».

 

 

"Questa è la vita eterna: che conoscano te"
 Può sembrarci poco quest'affermazione ma a me dice tantissimo.
Noi oggi siamo abituati a tutt'altro significato per la parola "conoscere", diciamo che corrisponde un po' al "So chi è".
Nella cultura ebraica "conoscere" significa molto di più, vuol dire incontro, relazione, contatto. Una relazione non superficiale ma che va in profondità, che si dona, fino ad arrivare alla relazione suprema tra un uomo ed una donna donando il proprio corpo.
Gesù oggi con questa affermazione mi fa un richiamo forte: Ma tu conosci Dio? Vuoi conoscerlo? Sai di essere conosciuto da Lui?
Non vuole però farmi cadere nel tranello di chi crede di sapere tutto di Dio. Questo conoscere non è nemmeno "sapere tutto" ma proprio perché relazione viva scopre qualcosa di nuovo ogni giorno, ogni istante.
Quindi la mia domanda per questa giornata è: Voglio conoscere Dio?

Buona giornata e buona settimana!

Nessun commento:

Posta un commento