Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

mercoledì 24 maggio 2017

Mercoledì 24 Maggio


Dal Vangelo secondo Giovanni 16,12-15

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.

Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.

Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

 


Questo brani fa a pugni con la mia umanità, anzi con un aspetto della mia umanità: io vorrei sapere tutto ed il prima possibile!
Già perché nell'era della tecnologia, del tutto e subito a portata di click, sentirsi dire che alcune cose non mi saranno dette subito perché non posso comprenderlo mi infastidisce un po'.
Eppure qui sta la grandezza e la cura di Gesù, non dice tutto subito perché sa che quella PArola è cosa seria, è fonte di vita, non se ne deve perdere nemmeno un puntino, e questa mia ingordigia di certo non aiuta ad accogliere e comprendere.
C'è un altro aspetto fondamentale oltre all'attesa: il non poter comprendere da solo.
Ed anche qui potrei ripetere le cose dette prima, oggi il mito del "mi sono fatto da solo" spopola, quindi pensare che da solo non posso comprendere è follia.
Invece la Parola è impossibile comprenderla senza l'aiuto dello Spirito, proprio perché non è una parola qualunque.
Oggi mi vengono donate due parole chiave: Attesa ed Aiuto.Devo farne tesoro perché possono aiutarmi a dar Vita alla mia vita.

Buona giornata.

Nessun commento:

Posta un commento