Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

sabato 20 maggio 2017

Sabato 20 Maggio

Dal Vangelo secondo Giovanni 15,18-21

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia.

Ricordatevi della parola che io vi ho detto: "Un servo non è più grande del suo padrone". Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

 


Certo il mondo ed il contesto culturale sono cambiati, io non vivo in una parte del mondo dove sono perseguitato per la mia fede, Purtroppo da altre parti non è così e ci sono molti cristiani, ma anche uomini di altre religioni, perseguitati per quello in cui credono.
Queste parole sono per me oggi un invito alla riflessione sul mio essere credente, sul mio modo di essere testimone. 
Gesù mi dice:
Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato
Forse anche io corro il pericolo di non conoscere Colui che ha mandato Gesù, e quindi posso diventare portatore di ciò in cui credo io senza accorgermi che non corrisponde alla sua Parola.
Devo stare attento e imparare a verificarmi partendo dall'ascolto della Parola, così da discernere la volontà di Dio dalla volontà del mio Io.

Buona giornata e buon fine settimana!

Nessun commento:

Posta un commento