Perchè questo blog?

Questo blog non vuole offrire un commento esegetico al Vangelo. per quello ci sono siti o blog più belli con commenti di importanti biblisti.
Vuole essere semplicemente un piccolo spazio per poter condividere assieme la Parola che ogni giorno ci viene donata.
Come a tavola vogliamo spezzarla assieme, perciò è bello ed utile anche per gli altri che ognuno possa condividere quello che il Signore gli ha suscitato nel cuore.
Quindi dopo aver letto il brano di Vangelo, fermati e donaci la tua condivisone,utilizzando i commenti (li trovi in fondo ad ogni post, se c'è scritto nessun commento rompi il ghiaccio!).
La Parola non è generica, ma parla ad ognuno di noi, proprio oggi, nella nostra situazione di vita.
Facciamola vivere in noi!

venerdì 23 giugno 2017

Venerdì 23 Luglio Sacro Cuore di Gesù

Dal Vangelo secondo Matteo 11,25-30

In quel tempo Gesù disse:
«Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo.

Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

Certo questo Vangelo è molto bello, però oggi sono rimasto folgorato ancora una volta dalla seconda lettura (1Gv 4,7-16).
Penso sia la spiegazione più bella della festa di oggi, il Sacro Cuore di Gesù.
Forse nel 2017 un po' ci infastidisce sentire che celebriamo ancora queste feste, vogliamo tenerle nascoste nel passato perché sembrano distanti dalla spiritualità odierna.
Io credo che i tempi cambiano ed oggi forse ci dicono poco certi rituali e forme del passato, ma il contenuto rimane intatto e può, e deve, essere attualizzato.
Il contenuto del Sacro Cuore che è anche il contenuto della seconda lettura è l'Amore, quello pieno, quello totale.
Avete presente l'immagine del Sacro Cuore, quella con Gesù che ha il suo cuore nella mano? Ecco sarà anche antica ma rende bene il concetto: Lui vuole donarmi il suo cuore, segno dell'amore, lo toglie da sè per donarlo a me!
In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi
Non diciamo forse anche noi le stesse cose alle persone che amiamo profondamente? "Vorrei donarti il mio cuore!", "Il mio cuore ora è tuo!"....
Ecco oggi vedo un Gesù innamorato di me così tanto, da lasciarsi andare e dirmi dolci parole d'amore.
Sono antico? Questo è qualcosa d'antico e sdolcinato?
Piuttosto che vivere una vita quadrata e sterile, che ha paura dell'Amore, preferisco essere antico e sdolcinato. Sono certo che il Padre non ne avrà a male.


Nessun commento:

Posta un commento